Chi ha inventato gli occhi da sole?

Ciao a tutti ragazzi,

ieri leggendo #Focus mi sono imbattuto in un articolo davvero molto interessante sulla nascita degli occhiali da sole riguardo cui sinceramente non sapevo quasi niente. L’articolo diceva che i primi esemplari furono realizzati dagli #Inuit per proteggersi dall’azione della neve e del ghiaccio, questi non avevano lenti vere e proprie ma qualcosa di similare in legno o ossa animali, generalmente di tricheco, con una fessura che permetteva una visuale molto ridotta ma che comunque proteggeva gli occhi dalle intemperie del tempo.

inuit2_qualeocchiale
Occhiale inuit

 Qualcosa di simile invece era utilizzato dall’imperatore romano Nerone nell’antica Roma, il quale dall’alto del suo podio osservava lo spettacolo dei gladiatori attraverso uno smeraldo. Non è ancora noto il perchè usasse proprio quel tipo di pietra, forse per via dell’effetto riposante del particolare colore di questa sulla vista o forse perché utile per correggere la miopia se tagliata in un modo particolare.

 In Cina , intorno al XII secolo,invece, erano utilizzate dai giudici durante i processi,   realizzate in quarzo color fumo, per permettere ai giudici di nascondere lo sguardo e apparire imparziali.

Un uso più similare a quello attuale veniva fatto a Venezia, nel ‘700, dove venivano usate, queste speciali lenti colorate prodotte a Murano, specialmente dalle dame  e dai bambini durante i viaggi in gondola per proteggere gli occhi dal fastidio arrecato agli occhi dai raggi solari.

alvise_mocenigo_qualeocchiale
Occhiale appartenuto al doge veneziano Alvise IV Mocenigo (1701-1778)

Solo nel XX secolo le lenti colorate vennero prodotte proprio per schermare i raggi solari.Il luogotenente americano John A. Macready, dopo  un danno alla vista dovuto ad un volo in mongolfiera, chiese alla Bausch & Lomb (l’attuale Ray Ban) di produrre un modello di lenti per proteggere la vista dei piloti, ma è solo nel 1929 che Sam Foster fonda la prima azienda che mette in commercio i primi occhiali da sole e che ancora oggi tutti noi usiamo.

ALE

 

(FOCUS di Agosto 2016 )

CAMBIAMI : 3d sunglasses

Ciao ragazzi e ragazze,

ebbene si oggi scrivo pure per il gentil sesso perchè il brand di cui vi voglio parlare oggi nasce  ispirato al mondo femminile, ma, data sia la semplicità che il principio di base che lo genera, lo vedo molto bene anche per gli uomini.

L’idea è tanto semplice quanto efficace: nessun limite alla personalizzazione facendo si che ogni volta che si vuole si abbia sempre una diversa personalità pur rimanendo con lo stesso paio di occhiali. Con lenti sfumate Carl Zeiss, la nuova linea di occhiali da sole realizzati da .bijouetscon tecnologia di stampa 3D, sono disegnati partendo da una montatura classica tonda, volutamente ‘neutro’ e lineare, che può essere arricchita e modificata con accessori intercambiabili, in base al proprio mood giornaliero. Moda e design: un binomio che si è incrociato spesso ed è destinato ad incontrarsi con maggiore frequenza. Tecniche di produzione sempre più simili per entrambi portano a ridisegnare, ancora una volta, il confine tra i due ambiti.

Gli occhiali Cambiami nascono da un’idea di D’Arc Studio (Desperate Architects Rome City), che si occupa di architettura e design, fondato a Roma nel 2007 da Rosa Topputo ed Alessio Tommasetti, in collaborazione con Valentina De Santis e scoperto grazie al contest DesignWinMake 3D Edition promosso da MakeTank, il marketplace dei maker italiani.

Cercate CAMBIAMI su #Instagram con il nome cambi_ami

 

img_8743