LINDA FARROW SS ’16

Ciao ragazzi,

oggi torno a parlarvi di montature di lusso, dove il design e la cura dei dettagli raggiungono l’apice della perfezione. Il brand non ha bisogno di presentazioni , LINDA FARROW è un must del settore, il solo nome è sinonimo di alta moda.

L’occhiale che vi consiglio di provare e nel caso acquistare è il LINDA FARROW 239C37, caratterizzato da lenti tonde con telaio in acetato color grigio lattiginoso e montatura in titanio dorata, molto elegante e allo stesso tempo vistosa.

linda_farrow_qualeocchiale1linda_farrow_qualeocchiale4

Data la particolare sinuosità delle forme e dei colori l’occhiale è consigliato sia per uomo che per donna, ed è accompagnata da una bellissima box LINDA FARROW con una texture che richiama la pelle di serpente.

linda_farrow_qualeocchiale2linda_farrow_qualeocchiale3

Eleganza , design e cura del dettaglio estremi, l’unica pecca ? se proprio la vogliamo chiamare cosi ,è il prezzo, 645,00 euro,non adatto alle tasche di tutti, ma visto nel complesso lo ritengo più che giusto.

Di seguito vi propongo altri occhiali LINDA FARROW , visionabili nel sito, che mi sento di consigliarvi.

linda_farrow_qualeocchiale5

linda_farrow_qualeocchiale6
DRIES VAN NOTEN 98 C3
linda_farrow_qualeocchiale7
DRIES VAN NOTEN 98 C3
linda_farrow_qualeocchiale8
PHILLIP LIM 93 C2

 

Annunci

CAMBIAMI : 3d sunglasses

Ciao ragazzi e ragazze,

ebbene si oggi scrivo pure per il gentil sesso perchè il brand di cui vi voglio parlare oggi nasce  ispirato al mondo femminile, ma, data sia la semplicità che il principio di base che lo genera, lo vedo molto bene anche per gli uomini.

L’idea è tanto semplice quanto efficace: nessun limite alla personalizzazione facendo si che ogni volta che si vuole si abbia sempre una diversa personalità pur rimanendo con lo stesso paio di occhiali. Con lenti sfumate Carl Zeiss, la nuova linea di occhiali da sole realizzati da .bijouetscon tecnologia di stampa 3D, sono disegnati partendo da una montatura classica tonda, volutamente ‘neutro’ e lineare, che può essere arricchita e modificata con accessori intercambiabili, in base al proprio mood giornaliero. Moda e design: un binomio che si è incrociato spesso ed è destinato ad incontrarsi con maggiore frequenza. Tecniche di produzione sempre più simili per entrambi portano a ridisegnare, ancora una volta, il confine tra i due ambiti.

Gli occhiali Cambiami nascono da un’idea di D’Arc Studio (Desperate Architects Rome City), che si occupa di architettura e design, fondato a Roma nel 2007 da Rosa Topputo ed Alessio Tommasetti, in collaborazione con Valentina De Santis e scoperto grazie al contest DesignWinMake 3D Edition promosso da MakeTank, il marketplace dei maker italiani.

Cercate CAMBIAMI su #Instagram con il nome cambi_ami

 

img_8743

 

 

KUBORAUM S\S 2016

Ciao ragazzi,

oggi vi voglio parlare di un brand che da studente di ingegneria edile-architettura mi ha particolarmente attratto,  connubio perfetto tra eyewear e architettura , ottima scelta se non si vuole cadere nella banalità di molte linee .Il 99% delle volte dietro un collezione unica e differente c’è sempre un architetto e un’attenzione al luxury design particolarmente curato.

Questo è il caso di KUBORAUM la cui linea molto d’impatto si rifà alle architetture berlinesi e giapponesi. Le sue maschere moltio e marcatenon sono mai uguali e scontate , e ce ne davvero per tutte le forme e misure.

cd

La linea BERLIN GEOMETRIES  in acetato è caratterizzata da un’unicità e da una personalità molto marcata, che rende unico chi lo indossa, sia la linea sun ma in particolar modo la optical, dalle forme molto squadrate e non regolari e da una montatura molto evidente.

ffdddcdd

la linea DREAMED IN TOKYO MASKS invece hanno forme più tondeggianti ma allo stesso modo caratterizzanti di un forte carattere.

dddds

I prezzi non sono propriamente alla portata di tutti, ma sono pienamente giustificati, inoltre si pensi che KUBORAUM pensa e disegna i suoi modelli in Germania ma sono  interamente #MADEINITALY, quindi di qualità superiore.

Seguitemi su Facebook : Qualeocchiale

e su Instagram: @qualeocchiale

 

Basiliche di Siponto 

Ciao ragazzi,

Oggi sono stato a Siponto (FG) a visitare l’originalissima Basilica di Edoardo Tresoldi.  Una struttura in rete metallica leggera e trasparente che ridisegna i volumi originari dell’antica basilica, un perfetto connubio tra archeologia e arte contemporanea, alta 14 metri e pesante 9 tonnellate che compare quasi proiettato dalla pianta originale quasi come un gigantesco ologramma.
L’opera del maestro Tresoldi , adiacente a ciò che resta del originale basilica restaurata, è visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00. Ve la consiglio davvero tanto !!